"Punto Cieco" - Descrizione e Spiegazione

"Punto Cieco" - Descrizione e Spiegazione

Descrizione: La scultura è stata realizzata con 2 tavole di abete riciclate da scarti edili e lavorate ottenendo un cerchio e la sua base. Abbiamo inizialmente verniciato di bianco una metà del cerchio, la quale è stata schizzata da una serie di colori in un secondo momento. La seconda metà del cerchio è stata rifinita con uno spray nero che va a sfumare sulla metà bianca e colorata. Gli stessi passaggi sono stati realizzati anche per la base. In conclusione, sono stati incisi dei numeri a laser solo sulla metà nera. Il cerchio e la base sono stati poi collegati da una barra cilindrica di ottone.

Significato: Questa scultura prende spunto da un disturbo neurologico chiamato “Neglect”. Esso è un disturbo che emerge in seguito a una lesione cerebrale e determina la difficoltà per il paziente di riferire la presenza di stimoli visivi, uditivi ecc… nello spazio controlesionale e a eseguire azioni verso quella parte di spazio che non viene esplorata. Per diagnosticare questo disturbo viene spesso utilizzato il test dell’orologio: viene richiesto al paziente di disegnare un orologio e spesso si nota come i numeri vengano posizionati in una sola metà del quadrante. Questa premessa ci serve per capire il senso della scultura. Abbiamo, infatti, rappresentato la visione che ha del quadrante dell'orologio la persona affetta da neglect. Il cerchio rappresenta il pianeta diviso in due metà. La metà bianca e colorata simboleggia la bellezza, la vivacità e l’armonia della Natura, che sta per essere risucchiata dall’altra metà nera, colore scelto per raffigurare il male delle nostre attività e dai danni che il cambiamento climatico sta causando al pianeta. Il Neglect, quindi, in questa scultura è metaforico della nostra incapacità di eseguire azioni per salvaguardare la Natura e la sua bellezza e di vedere quello che stiamo facendo con le nostre mani. Agiamo inquinando ed emettendo emissioni in un mondo capitalista e consumista (la metà nera del cerchio) che non è in grado di migliorare e di ampliare la sua veduta nei confronti di azioni politiche ed individuali rivolte a contrastare il cambiamento climatico. Un punto cieco per il quale probabilmente non c’è cura.

Torna al blog