UNA GITA FUORI PORTA: A PIEDI VERSO L’ALPEGGIO

Come gruppo strettamente legato alle tematiche ambientali, il nostro desiderio è anche quello di mantenere una forte componente territoriale, che non passa soltanto dalle attività di pulizia o di bonifica di aree del VCO, ma anche stringere ancora di più un legame con il gruppo e con l’ambiente durante delle passeggiate di gruppo; purtroppo questa opzione ci è fin da subito stata compromessa a causa della pandemia, ma ora, con un po’ di speranza, riusciamo a dedicarci qualche momento per esplorare le nostre montagne.

Domenica scorsa, infatti, siamo partiti dalla frazione di Passo, in Val Antigorio, da cui abbiamo imboccato la strada gippabile che conduce all’alpeggio di Salecchio Inferiore, a oltre 1300 metri di altitudine; da lì abbiamo proseguito fino a Salecchio Superiore (1509 m), località ancora immerse nella cultura Walser, per poi riposare prima della discesa, dopo circa due ore di camminata.

Abbiamo colto l’occasione per pranzare al rifugio Zum Gora, un’attività gestita da una giovane rifugista e dalla sua famiglia, dove è possibile praticare pet therapy con alpaca e lama grazie alla gestione del progetto AlpacaLama Experience.

Da Salecchio Superiore abbiamo ripercorso i nostri passi e siamo tornate alla frazione di Passo, alle spalle la montagna e una piacevole esperienza da riproporre durante i mesi estivi.